L'associazione Utopia Rossa lavora e lotta per l'unità dei movimenti rivoluzionari di tutto il mondo in una nuova internazionale: la Quinta. Al suo interno convivono felicemente - con un progetto internazionalista e princìpi di etica politica - persone di provenienza marxista e libertaria, anarcocomunista, situazionista, femminista, trotskista, guevarista, leninista, credente e atea, oltre a liberi pensatori. Non succedeva dai tempi della Prima internazionale.

mercoledì 20 febbraio 2013

DON GALLO PRESENTA LA MOSTRA DI PINO BERTELLI


Don Gallo sabato a Sestri per la mostra di Pino Bertelli
Sabato 23 febbraio, alle 17.30 a Sestri Ponente, si terrà l’inaugurazione della Mostra Fotografica "Osare la speranza", con gli scatti del noto fotoreporter Pino Bertelli, dedicata a don Andrea Gallo, alla Comunità San Benedetto e al progetto della Comunità di Las Galeras nella Repubblica Dominicana. 
Appuntamento nel salone di Palazzo Fieschi in via Sestri 34. All’inaugurazione e alla presentazione del volume che raccoglie le immagini e del libro “Sulla strada con don Gallo” interverranno gli autori: Don Andrea Gallo, Pino Bertelli, Federico Traversa.








La mostra è dedicata a don Gallo e alle Comunità San Benedetto al Porto di Genova e Las Galeras della Repubblica Dominicana. Le foto esposte saranno vendute e il ricavato andrà alla Comunità di San Benedetto.
Ad impreziosire le fotografie esposte, le cornici (50 x 75) sono realizzate su carta di legno da un artista fiorentino, Marcello Bonini, ulteriore eccellente esempio della competenza e della tradizione artistica nazionale.
Le immagini raccontano sia un Don Gallo inedito, nella quotidianità della sua comunità che il progetto di San Benedetto nella località di Las Galeras nella Repubblica Domenicana che testimonia l’idea del prete di strada genovese di un’ opera rivolta a eliminare l’esclusione e l’emarginazione senza confini in un percorso che si fermerà solo quando ogni essere umano avrà dignità e accoglienza
Don Andrea Gallo (cit. prefazione al libro)
“Oggi, a 84 anni suonati, la mia motivazione a crescere, conoscere e tendere la mano è più forte che mai. La vita mi ha insegnato che la realizzazione individuale della creatura uomo può realizzarsi soltanto attraverso l’altro (…) Che sia a Genova, nella Repubblica Dominicana o da qualsiasi altra parte poco importa: non ci si migliora da soli. Lo si fa tutti insieme”
Le fotografie della mostra e del libro: il Don Gallo privato e i progetti nella Repubblica Dominicana
Bertelli l’anno scorso accoglie un ennesimo invito ad andare a vedere i progetti che la Comunità di San Benedetto realizza a Las Galeras nella Repubblica Dominicana e ne esce fuori la seconda parte della mostra: volti, scenari, fotografie che fanno risaltare la vitalità delle persone coinvolte nel progetto della Comunità di San Benedetto nel paese del centro America e l’importanza dei progetti.
La comunità promuove un turismo che arricchisca di attenzione e rispetto le persone con l’accoglienza in strutture realizzate e gestite dalla comunità locale e la coltivazione di alcuni prodotti locali e importanti come lo zenzero.
Nella prima parte della mostra invece la grande amicizia tra Bertelli e Don Gallo permette la pubblicazione di volti della Comunità vicini a Don Gallo, di primi piani presi in momenti di convivialità, dei locali, la cucina, il letto, della comunità dove vive Don Gallo che solo chi li ha visitati e vissuti può comprendere a fondo e che nelle fotografie del libro rendono bene l’atmosfera.
Pino Bertelli
Bertelli fotografa da una vita senza risparmiare il rischio, la fatica, nelle situazione più disparate privilegiando i temi della diversità , dell'emarginazione, dell'accoglienza, della migrazione, della libertà.
La sua prima macchina fotografica la ha avuta da Pasolini che vide nell’adolescente un talento per la fotografia.
Fotografo e scrittore i suoi scritti sono tradotti in diverse lingue. L'"International Writers Association" (Stati Uniti), lo ha riconosciuto scrittore dell'anno 1995, per la " non-fiction".
La sua vita e i suoi scritti hanno ispirato diverse opere.
Nel 1993, il regista tedesco Jürgen Czwienk, ha girato un film-documentario sulla vita politica e l'opera fotografica di Pino Bertelli: Fotografare con i piedi.
Il regista Bruno Tramontano ha realizzato un cortometraggio, (Adoro solo l'oscurità e le ombre), tratto dal suo libro: "Cinema della diversità 1895-1987: storie di svantaggio sul telo bianco. Mascheramento, mercificazione, autenticità ".
Alessandro Allaria ha fatto un reportage (per la televisione tedesca) su Pino Bertelli: Il fotografo e le donne di Napoli, 2008.
Il suo archivio fotografico è depositato all’Università di Parma. Un'antologia delle sue fotografie sono depositate presso la Galleria degli Uffizi a Firenze.Una sua opera (contro tutte le guerre) è stata esposta alla Mostra d'Arte Biennale di Venezia (2011). Fa parte di Reporters sansfrontières.
La Comunità di Don Gallo
La Comunità di San Benedetto al Porto di Don Gallo nasce nel 1975 quando Don Andrea Gallo si trova “senza una chiesa” e viene ospitato dalla Parrocchia della SS. Trinità e di San Benedetto dal Parroco Federico Rebora. Ovvio dire che l’ospitalità non ha mai avuto fine e da allora la Comunità fondata in quei locali ha incessantemente lavorato con gli ultimi realizzando diverse comunità di accoglienza residenziali e altre strutture tutte tra Liguria e Piemonte con l’eccezione della comunità di Las Galeras nella Repubblica Dominicana.

Fonte: GENOVA OGGI NOTIZIE

Nella diffusione e/o ripubblicazione di questo articolo si prega di citare la fonte: www.utopiarossa.blogspot.com

RED UTOPIA ROJA - Principles / Principios / Princìpi / Principes / Princípios

a) The end does not justify the means, but the means which we use must reflect the essence of the end.

b) Support for the struggle of all peoples against imperialism and/or for their self determination, independently of their political leaderships.

c) For the autonomy and total independence from the political projects of capitalism.

d) The unity of the workers of the world - intellectual and physical workers, without ideological discrimination of any kind (apart from the basics of anti-capitalism, anti-imperialism and of socialism).

e) Fight against political bureaucracies, for direct and councils democracy.

f) Save all life on the Planet, save humanity.

(January 2010)

* * *

a) El fin no justifica los medios, y en los medios que empleamos debe estar reflejada la esencia del fin.

b) Apoyo a las luchas de todos los pueblos contra el imperialismo y/o por su autodeterminación, independientemente de sus direcciones políticas.

c) Por la autonomía y la independencia total respecto a los proyectos políticos del capitalismo.

d) Unidad del mundo del trabajo intelectual y físico, sin discriminaciones ideológicas de ningún tipo, fuera de la identidad “anticapitalista, antiimperialista y por el socialismo”.

e) Lucha contra las burocracias políticas, por la democracia directa y consejista.

f) Salvar la vida sobre la Tierra, salvar a la humanidad

(Enero de 2010)

* * *

a) Il fine non giustifica i mezzi, ma nei mezzi che impieghiamo dev’essere riflessa l’essenza del fine.

b) Sostegno alle lotte di tutti i popoli contro l’imperialismo e/o per la loro autodeterminazione, indipendentemente dalle loro direzioni politiche.

c) Per l’autonomia e l’indipendenza totale dai progetti politici del capitalismo.

d) Unità del mondo del lavoro mentale e materiale, senza discriminazioni ideologiche di alcun tipo (a parte le «basi anticapitaliste, antimperialiste e per il socialismo.

e) Lotta contro le burocrazie politiche, per la democrazia diretta e consigliare.

f) Salvare la vita sulla Terra, salvare l’umanità.

(Gennaio 2010)

* * *

a) La fin ne justifie pas les moyens, et dans les moyens que nous utilisons doit apparaître l'essence de la fin projetée.

b) Appui aux luttes de tous les peuples menées contre l'impérialisme et/ou pour leur autodétermination, indépendamment de leurs directions politiques.

c) Pour l'autonomie et la totale indépendance par rapport aux projets politiques du capitalisme.

d) Unité du monde du travail intellectuel et manuel, sans discriminations idéologiques d'aucun type, en dehors de l'identité "anticapitaliste, anti-impérialiste et pour le socialisme".

e) Lutte contre les bureaucraties politiques, et pour la démocratie directe et conseilliste.

f) Sauver la vie sur Terre, sauver l'Humanité.

(Janvier 2010)

* * *

a) O fim não justifica os médios, e os médios utilizados devem reflectir a essência do fim.

b) Apoio às lutas de todos os povos contra o imperialismo e/ou pela auto-determinação, independentemente das direcções políticas deles.

c) Pela autonomia e a independência respeito total para com os projectos políticos do capitalismo.

d) Unidade do mundo do trabalho intelectual e físico, sem discriminações ideológicas de nenhum tipo, fora da identidade “anti-capitalista, anti-imperialista e pelo socialismo”.

e) Luta contra as burocracias políticas, pela democracia directa e dos conselhos.

f) Salvar a vida na Terra, salvar a humanidade.

(Janeiro de 2010)