L'associazione Utopia Rossa lavora e lotta per l'unità dei movimenti rivoluzionari di tutto il mondo in una nuova internazionale: la Quinta. Al suo interno convivono felicemente - con un progetto internazionalista e princìpi di etica politica - persone di provenienza marxista e libertaria, anarcocomunista, situazionista, femminista, trotskista, guevarista, leninista, credente e atea, oltre a liberi pensatori. Non succedeva dai tempi della Prima internazionale.

giovedì 7 febbraio 2013

BRINDIAMO ALLA DEFINITIVA LIBERAZIONE DI PEPPE FONTANA!!!

Carissimi Amici e compagni, È FINITA !!!!!!!!!!!!!!



Oggi il magistrato  di  Sorveglianza di Trapani ha messo la parola fine a questa assurda mia vicenda giudiziaria iniziata nella notte del 14 settembre del 1994...
Dopo 18 anni di durissima prigionia e un anno di affidamento in prova, in condizioni di semilibertà altrettanto dure, rischiavo altri tre anni e mezzo di libertà controllata e vigilata (vari controlli notturni, firma giornaliera in caserma, niente patente, divieto di espatriare e perfino sconfinare in altro comune diverso da quello di residenza, obbligo di essere a casa entro le 20,00 e tante altre rotture di coglioni tali da far passare la voglia di essere fuori !!!)
Sarebbe come obbligare un bambino a stare sveglio dentro una pasticceria, con annesso angolo dei giocattoli, impedendogli di giocare e di toccare dolci.
Il Magistrato (dott.ssa. Vicini), con il parere favorevole del Pubblico Ministero, ha ritenuto opportuno, visto l'esito positivo dell'affidamento in prova e vista la relazione dell'ufficio UEPE di Trapani, mettere fine a questa lunga e ormai da tempo schizofrenica situazione giudiziaria, peraltro molto costosa  (per i cittadini...).
Da oggi potrò permettermi un falò in spiaggia o richiedere il passaporto per un viaggio a Cuba, insomma respirare finalmente a pieni polmoni.
Da quando sono fuori ho limitato contatti e tutto quanto potesse essere strumentalizzato ed equivocato con perversi teoremi inquisitori per scongiurare la revoca dell'affidamento in prova.
Ma comunque, obbedendo al mio imperativo categorico, non mi sono sottratto ai doveri sociali, culturali e POLITICI partecipando ed organizzando quanto necessario e possibile alla lotta rivoluzionaria contro questo sistema criminale e criminogeno che opprime il nostro insovrano Stato, senza risparmiarmi con tutta la mia empatia ai richiami di aiuto di chi ho sentito il lamento. Voglio solo dirvi cari Amici e compagni che io c'ero, ci sono sempre stato e conto di esserci ancora e sempre nell'avanguardia rivoluzionaria e di lotta per un mondo sano e giusto. 
Ora vado a festeggiare sperando di poterlo fare anche con tutti voi quanto prima, magari in occasione del prossimo convegno sul "Che", a ottobre, qui a Selinunte .
Un caro abbraccio rivoluzionario 
Peppe Fontana
(6 feb, 2013)

   ***
Carissimo Peppe,
ho appena ricevuto la bellissima notizia della tua definitiva liberazione dall’incubo giudiziario nel qual sei stato immerso per quasi vent’anni.
Alzo un bel bicchierone di vino tinto argentino alla tua salute e alla tua libertà!!
Un fuerte abrazo!
Enzo Valls 
(Santa Fe, Argentina)
   ***
Celebro la libertad definitiva del Peppe, y va mi abrazo para él y todos los compañeros que pelean por un mundo con Justicia y Paz.
Hugo Kofman
(Santa Fe, Argentina)
   ***
Caro Peppe,
felice per la fine di un incubo durato troppi anni in questo mare di ingiustizia tutta italiana. Ti sono vicino e spero di poter brindare con te in una prossima occasione d'incontro. 
Carlo Giorgetti 
 (Viareggio, Italia)
   ***
Bella notizia!
mi unisco a te, Roberto
a tutti voi, nel brindisi e nell'abbracciare Peppe, anche se non ho ancora avuto modo di conoscerlo di persona un caro saluto a tutti/e
Gualtiero Via 
(Bologna, Italia)
   ***
Prosit!!
Mongo [Riccardo Vinciguerra] 
(Alessandria, Italia)
   ***
Finalmente! Sono contentissimo della notizia. La libertà di Peppe è una vittoria della sua resistenza e dell'impegno costante di Roberto.
Grazie a Roberto abbiamo conosciuto l'inferno delle carceri, l'infamia del sistema di cui Peppe era vittima, grazie a lui ci siamo conosciuti e abbiamo "aiutato" Peppe nei momenti peggiori della sua umiliante carcerazione.
Oggi è una sera speciale. Un brindisi si a Peppe per la sospirata libertà e un brindisi a Utopia Rossa e a tutti quelli che lo hanno sostenuto.
Hasta la victoria siempre
Antonio Marchi 
(Trento, Italia)
a Peppe

Sono una creatura.

come questa pietra,
così fredda
così dura
così prosciugata
così refrattaria
così totalmente
disanimata.
Come questa pietra
è il mio pianto
che non si vede.
a.
   ***
Brindiamo igitur! 
David Kunzle 
(Los Angeles, Usa)
***

Hola Pepe... !
Al conocer tu historia, los padeceres vividos  y las expectativas, las solidaridades de muchos, la sonrisa de poder transitar sin presiones, te conozco un poco a ti y celebro este momento. Te envío un abrazo que allí va cruzando por las geografías.
Gracias a los que nos hicieron "conocerte" y poder unir nuestras manos a tu espera y tus pedidos...
Desde Santa Fe, una pequeña enorme ciudad de Argentina, salud!!
Alicia Talsky
***
Diciott'anni che non gli ridarà nessuno! Sono felice per la ritrovata libertà di Peppe. Spero di potere un giorno incontrarlo e ringraziarlo per le sue battaglie. 
Gino Candreva 
(Milano, Italia)

Nella diffusione e/o ripubblicazione di questo articolo si prega di citare la fonte: www.utopiarossa.blogspot.com

RED UTOPIA ROJA - Principles / Principios / Princìpi / Principes / Princípios

a) The end does not justify the means, but the means which we use must reflect the essence of the end.

b) Support for the struggle of all peoples against imperialism and/or for their self determination, independently of their political leaderships.

c) For the autonomy and total independence from the political projects of capitalism.

d) The unity of the workers of the world - intellectual and physical workers, without ideological discrimination of any kind (apart from the basics of anti-capitalism, anti-imperialism and of socialism).

e) Fight against political bureaucracies, for direct and councils democracy.

f) Save all life on the Planet, save humanity.

(January 2010)

* * *

a) El fin no justifica los medios, y en los medios que empleamos debe estar reflejada la esencia del fin.

b) Apoyo a las luchas de todos los pueblos contra el imperialismo y/o por su autodeterminación, independientemente de sus direcciones políticas.

c) Por la autonomía y la independencia total respecto a los proyectos políticos del capitalismo.

d) Unidad del mundo del trabajo intelectual y físico, sin discriminaciones ideológicas de ningún tipo, fuera de la identidad “anticapitalista, antiimperialista y por el socialismo”.

e) Lucha contra las burocracias políticas, por la democracia directa y consejista.

f) Salvar la vida sobre la Tierra, salvar a la humanidad

(Enero de 2010)

* * *

a) Il fine non giustifica i mezzi, ma nei mezzi che impieghiamo dev’essere riflessa l’essenza del fine.

b) Sostegno alle lotte di tutti i popoli contro l’imperialismo e/o per la loro autodeterminazione, indipendentemente dalle loro direzioni politiche.

c) Per l’autonomia e l’indipendenza totale dai progetti politici del capitalismo.

d) Unità del mondo del lavoro mentale e materiale, senza discriminazioni ideologiche di alcun tipo (a parte le «basi anticapitaliste, antimperialiste e per il socialismo.

e) Lotta contro le burocrazie politiche, per la democrazia diretta e consigliare.

f) Salvare la vita sulla Terra, salvare l’umanità.

(Gennaio 2010)

* * *

a) La fin ne justifie pas les moyens, et dans les moyens que nous utilisons doit apparaître l'essence de la fin projetée.

b) Appui aux luttes de tous les peuples menées contre l'impérialisme et/ou pour leur autodétermination, indépendamment de leurs directions politiques.

c) Pour l'autonomie et la totale indépendance par rapport aux projets politiques du capitalisme.

d) Unité du monde du travail intellectuel et manuel, sans discriminations idéologiques d'aucun type, en dehors de l'identité "anticapitaliste, anti-impérialiste et pour le socialisme".

e) Lutte contre les bureaucraties politiques, et pour la démocratie directe et conseilliste.

f) Sauver la vie sur Terre, sauver l'Humanité.

(Janvier 2010)

* * *

a) O fim não justifica os médios, e os médios utilizados devem reflectir a essência do fim.

b) Apoio às lutas de todos os povos contra o imperialismo e/ou pela auto-determinação, independentemente das direcções políticas deles.

c) Pela autonomia e a independência respeito total para com os projectos políticos do capitalismo.

d) Unidade do mundo do trabalho intelectual e físico, sem discriminações ideológicas de nenhum tipo, fora da identidade “anti-capitalista, anti-imperialista e pelo socialismo”.

e) Luta contra as burocracias políticas, pela democracia directa e dos conselhos.

f) Salvar a vida na Terra, salvar a humanidade.

(Janeiro de 2010)